mercoledì, agosto 09, 2006

Cresce il mercato dei mutui in Calabria

I calabresi vedono la casa come un bene su cui investire. L’incremento maggiore in provincia di Cosenza
CATANZARO. Il primo trimestre 2006 conferma la decisa crescita del mercato mutui in Calabria. L’erogato della Regione è, infatti, fortemente cresciuto nel primo trimestre 2006, raggiungendo il +22,22% rispetto all’anno scorso. Il dato è stato rilevato l’Osservatorio Mutui Casa alle Famiglie di Banca per la Casa, la banca specializzata nei mutui casa del Gruppo UniCredit. Nel primo trimestre 2006 - è scritto in una nota - l’incremento maggiore di erogato si è registrato a Cosenza con 59 milioni di euro (+20,5%) rispetto al I trimestre 2005. In termini percentuali la provincia che ha erogato di più è stata Vibo Valentia con +57,6% (11 milioni di euro di erogato), seguono Reggio Calabria con +40% (41 milioni di euro di erogato). Crotone con +22% (15 milioni di euro di erogato), Catanzaro con +3,5% (39 milioni di euro di erogato). In riferimento all’Italia Meridionale, che comprende anche le regioni Abruzzo, Molise, Basilicata, Campania e Puglia, la Calabria si colloca ad oggi al quarto posto per valore dell’erogato con 165 milioni di euro, confermando nel I trimestre 2006 una crescita del 22,22% rispetto allo stesso periodo nel 2005. In riferimento all’andamento nazionale, i mutui erogati nel nostro Paese, nel primo trimestre 2006 sono incrementati del +24,90% rispetto allo stesso periodo del 2005, raggiungendo un valore totale pari a 14.423 milioni di euro. Le consistenze (mutui in essere) rilevate alla fine del primo trimestre 2006 ammontano a 190.660 milioni di euro, con una crescita del +3,72% rispetto al periodo precedente (I trim 2005). “La crescita del 24,90% del mercato dei mutui nel primo trimestre 2006 - ha detto l’Amministratore Delegato di Banca per la Casa, Pasquale Giamboi - dimostra che i recenti rialzi dei tassi non hanno influenzato più di tanto il ricorso delle famiglie al finanziamento per l’acquisto della casa. La domanda dei mutui è del resto decisamente legata anche ad altri fattori quali l’evoluzione socio - demografica delle famiglie: incremento dei single, aumento delle separazioni, massiccia domanda da parte degli immigrati e l’uscita dalle grandi città verso i piccoli centri. Incidono, inoltre, la presenza e l’entità delle agevolazioni fiscali e non ultimo un mercato ricco nell’offerta di prodotti e che è diventato molto concorrenziale”. “La permanente incertezza economica - ha concluso - e la mancanza di alternative di investimento possono favorire il mercato immobiliare e l’indebitamento ad esso finalizzato”.
Fonte: www.giornaledicalabria.net

Nessun commento: