giovedì, dicembre 04, 2008

La Guida "IMPARIAMO A CONOSCERE LA BORSA" - Commissione per il controllo della Borsa e dei titoli

A cura di GIOVANNI ROMANO
Autore de “Il professionista delle opzioni


La Commissione per il controllo della Borsa e dei titoli è un organo governativo nazionale di controllo presente in tutte le Borse nazionali e internazionali regolamentate e ufficiali, può
avere sigle diverse, ad esempio CONSOB in Italia, o SEC (securities and exchange commission) negli USA. La Commissione per il controllo della Borsa e dei titoli oggi è un’autorità amministrativa indipendente, dotata pure di una personalità giuridica. Ad ogni modo i membri al vertice di tale istituzione vengono nominati dai capi di governo. La Commissione è stata creata per proteggere il pubblico da faccendieri, affaristi, operatori di Borsa e investitori imprudenti e
privi di scrupoli. Negli USA prima del crollo della Borsa del 1929, venivano venduti al pubblico molti investimenti loschi,ingannevoli e scadenti. Si pubblicavano molte menzogne e disinformazione. Perciò si è resa necessaria la creazione di unorgano nazionale di controllo, che fungesse in qualche modo da garante del mercato. E’ l’organo che contribuisce a fare rispettare
la regole della negoziazione e del mercato, vietando in assoluto la divulgazione di informazioni societarie riservate, l’aggiotaggio(divulgazione di notizie false) falsi rumors e lo spionaggio
industriale. È un organo che effettua delle vere e proprie azioni di controspionaggio. Senza di esso ci sarebbe il caos, possiamodefinirlo il “filtro” del mercato. Comunque a proposito di sicurezza, oltre alle normali ispezioni della CONSOB, a porsi da garante per gli investimenti sono l’obbligatorietà per ogni azienda quotata nei mercati ufficiali, di una revisione e certificazione
periodica dei bilanci da parte di apposite Società di revisione. Ma questo a volte non basta a garantire il ritorno di un investimento, prendi il caso Parmalat…
Le Società di revisione sono state oggetto di corruzioni per falso bilancio, ma ciò è irrisorio in quanto, quando una Società certifica un falso bilancio e il pubblico se ne accorge, spesso è costretta a chiudere i battenti a causa della perdita di fiducia di tutti gli investitori, e poi per legge un’azienda è soggetta a dei controlli rotativi da parte di più Società di revisione, cioè non è sempre la stessa Società a revisionare e certificare il bilancio di un’azienda quotata.

Tutti gli altri enti di controllo
Parliamo ora di tutti gli enti che regolano il corretto funzionamento della Borsa. In primo luogo abbiamo l’ente governativo di controllo , ossia negli USA, la SEC (Securities and Exchange Comminssion) per la Borsa Valori, già vista in precedenza e la CFTC (Commodity Futures TradingCommission) per la Borsa Merci, questi due enti vigilano sulla gestione e sull’operato del mercato, godendo di una consistente autonomia giuridica, amministrativa e penale. Quest’ultimi sonoorgani governativi privatizzati. Gli altri enti preposti al corretto svolgimento dell’attività di
mercato sono la Clearing Corporation (OCC), in Italia la Cassa di compensazione e garanzia, ossia un ente garante e regolatore del corretto svolgimento e rispetto delle transazioni nel mercato degli strumenti finanziari e dei derivati. In ogni Borsa è presente inoltre un Consiglio di Borsa, che ha il compito principale di gestire la liquidità ed aggiornare ufficialmente il Book (listino di Borsa). Entrambe queste istituzioni, cioè la Clearing House e il Consiglio di Borsa fanno parte e sono gestite dall’autorità che gestisce il mercato, si tratta quindi di istituzioni completamente privatizzate (ma costantemente vigilate dalla Commisione di sicurezza) diverse per ogni mercato.

A cura di GIOVANNI ROMANO
Autore de “Il professionista delle opzioni

Nessun commento: