lunedì, marzo 30, 2009

Il Mutuo - spiegato ad un bambino

il mercato ortofrutticolo e quello del denaro sono simili

E’ un luogo comune pensare che servizi e prodotti finanziari siano esclusivamente appannaggio di grandi magnati della finanza e speculatori professionisti. In realtà il concetto è molto piu semplice di quello che sembra, magari “nascosto” dietro termini tecnici che in realtà nonsono cosi complessi.

Immaginiamo di voler spiegare ad un bambino cos’è un mutuo utilizzando termini molto semplici, facendo magari un’analogia tra il fruttivendolo e la banca, che invece di commerciare frutta, commercia il “denaro”.

Il Fruttivendolo
Giornata tipo di un fruttivendolo. La mattina si reca ai mercati all’ingrosso di ortofrutta per riportare prodotti da rivendere nel suo negozio. Quindi acquistando all’ingrosso determinati quantitativi, riesce ad ottenere un prezzo tale da poterci “ricaricare” il suo guadagno comprensivo delle spese di gestione della sua Frutteria. Si comprende chiaramente che il guadagno del fruttivendolo sta nella differenza tra il prezzo d’acquisto e quello di vendita al dettaglio.


La Banca
La banca ovviamente non si reca ai mercati generali per acquistare il denaro, ma fa qualcosa di molto analogo. Infatti “acquista” denaro su particolari mercati composti da altri Istituti di Credito, che appunto “vendono” il denaro all’ingrosso, e quindi a tassi più bassi rispetto a quelli che poi la banca andrà a proporre ai propri clienti. Anche in questo caso, il guadagno della banca, chiamato anche SPREAD, è la differenza tra il costo di acquisto del denaro e quello di vendita, che include a sua volta i costi di gestione della banca, oltre al guadagno.Va da se, che sbagliare l’acquisto di una partita di frutta può causare danni di pochi euro, mentre l’acquisto sbagliato di un MUTUO, può causare danni da migliaia di euro.


PS: questo post è un estratto della Guida "Scelta del MUTUO" che puoi scaricare GRATIS qui: http://www.prestitiemutui.biz/guidamutui/guida_mutui.html

giovedì, marzo 26, 2009

A chi rivolgersi per Richiedere un Mutuo

“l’80% delle famiglie italiane possiede una casa di proprietà”

Pensi che tutti questi italiani abbiano acquistato casa con i propri risparmi? Allora pensi male. Molti di loro hanno acquistato casa grazie al cosiddetto MUTUO IPOTECARIO. Oggi ormai è diventato impossibile pensare di acquistare casa con le proprie risorse economiche e spesso, chi può e dispone del 100% delle risorse economiche per acquistare una casa, ne utilizza comunque solo una parte, mentre la restante parte la ottiene richiedendo appunto il MUTUO, per non immobilizzare tutti i propri risparmi.

Tuttavia per chi non ha questa fortuna, è bene che stia attento ad evitare come la peste “l’indebitamento eccessivo”. Attualmente viviamo in un’epoca dove tutto può essere acquistato a “RATE” e diventa molto facile mettersi nei guai per aver sottovalutato che “tante gocce fanno un fiume” e quindi una volta entrati nel vortice del pagamento a rate si può essere inondati da questo fiume.Quindi molta prudenza e soprattutto buon senso ti guideranno nella scelta più giusta in base alle tue entrate mensili.

Ma prima di fare un passo così importante, che ci accompagnerà molto probabilmente (ahimé) per buona parte della nostra vita (20, 30 o 40 anni!) è giusto informarsi molto bene, per non piangere dopo. Quindi come fare per chiedere questo benedetto MUTUO? Semplice, basta recarsi nella propria Banca di fiducia (si fa per dire :O) dire quali sono le proprie esigenze e farsi fare un’offerta da quest’ultima. Quindi la Banca ti dirà i documenti da presentare per fare la RICHIESTA DI MUTUO.

In alcuni casi può essere utile avvalersi della prestazione di un mediatore creditizio o finanziario, chiaramente in questo caso i costi aumentano in quanto bisognerà riconoscere una commissione al mediatore per il lavoro svolto.Il Mutuo ipotecario impone per legge la prestazione notarile in quanto nelle compravendite immobiliari si va ad agire sul registro pubblico delle proprietà immobiliari.

Quindi questa operazione può essere fatta esclusivamente da un soggetto qualificato, pubblico ufficiale che garantisca sia la banca che l’acquirente dell’immobile. Un consiglio che posso darti prima di effettuare una richiesta di mutuo è di rivolgerti per una consulenza all’associazione dei consumatori ed al tuo notaio di fiducia, in modo tale da farti dare delle dritte utili soprattutto a farti evitare errori grossolani che potrebbero compromettere il tuo affare immobiliare.

Oltre la classica Banca “ordinaria”, è possibile richiedere un mutuo a banche specializzate oppure ad Istituti di Credito Fondiario. Le Banche specializzate hanno dalla loro il vantaggio di offrire un servizio più veloce rispetto alle banche tradizionali, perché dispongono di procedure piu snelle e verticalizzate sul prodotto MUTUO. Il lato negativo è dato dalla limitatezza dei prodotti offerti, infatti spesso e volentieri queste banche sono cosi specializzate che magari non offrono il mutuo per ristrutturazione piuttosto che quello per liquidità.

Gli Istituti di Credito Fondiario si occupano prevalentemente di progetti a medio e lungo termine nel settore immobiliare, e questi ultimi sono regolamentati da una differente legislazione rispetto all’ordinaria.

PS: questo post è un estratto della Guida "Scelta del MUTUO" che puoi scaricare GRATIS qui: http://www.prestitiemutui.biz/guidamutui/guida_mutui.html

mercoledì, marzo 25, 2009

Beni acquistabili con il Mutuo

“i mutui per l’acquisto di immobili sono quelli più richiesti”
Come abbiamo già detto diverse volte, il mutuo è un prodotto finanziario utilizzato principalmente per acquistare casa, ma non solo. Infatti possiamo classificare il mutuo con diverse finalità che andremo ad elencare, ovvero:
  • Acquisto di un Immobile
  • Ristrutturazione di un Immobile
  • Costruzione di un Immobile
  • Per Liquidità

Acquisto di un Immobile

I mutui per l’acquisto di immobili sono quelli più richiesti. Che siano per la prima casa, la casa al mare, una struttura commerciale ecc… Quindi il bene che viene ipotecato coincide generalmente con quello acquistato.

Ristrutturazione di un Immobile

Anche in questo caso, generalmente viene ipotecato l’immobile sul quale andranno effettuati i lavori di ristrutturazione. Il muto per Ristrutturazione può essere erogato sia in un’unica soluzione che a “stato di avanzamento lavori”.


Costruzione di un Immobile

Questo mutuo viene anche chiamato “a stato di avanzamento lavori” infatti in questo caso l’ipoteca viene trascritta sul terreno del mutuatario ed il mutuo viene erogato passo passo con la costruzione dell’immobile.

Mutuo per Liquidità

Il Mutuo per liquidità è molto raro perché presenta una percentuale di rischio molto alta, infatti statisticamente è la tipologia di mutuo che presenta il tasso più alto di insolvenza. Ad ogni modo le Banche concedono questo tipo di mutuo ai clienti piu fidati per una miriade di motivi (es: acquisto di una barca)

PS: questo post è un estratto della Guida "Scelta del MUTUO" che puoi scaricare GRATIS qui: http://www.prestitiemutui.biz/guidamutui/guida_mutui.html

lunedì, marzo 23, 2009

Banche Online - Aprire un conto Online


Grazie ad un conto corrente on line puoi accedere al tuo conto quando vuoi e da qualsiasi computer collegato ad internet.

Il vantaggio principale dei conti correnti online è quello di non doversi recare fisicamente presso la propria banca per effettuare le ordinarie operazioni, infatti un conto corrente online ti
permette di eseguire gran parte delle operazioni che fino a qualche anno si potevano fare solamente presso lo sportello della banca. Come ad esempio la richiesta del Saldo, l'esecuzione di bonifici, RID, trading on line, ricarica cellulari ecc...

Ecco i conti correnti online consigliati da PrestitieMutui:

CONTOCONTO.it
"4,50% per 6 mesi, nessuno vincolo zero spese"
Simile ad un libretto di risparmio, ottimo per investire una somma di denaro, infatti non offre i tradizionali servizi dei conti correnti.(assegni, carta di credito, domiciliazioni).
Il suo funzionamento è molto facile. Contoconto si appoggia al tuo contocorrente. Puoi effettuare trasferimenti di denaro tra i due conti via bonifico, ogni volta che vuoi. Non corri rischi, i conti sono tutti e due intestati a te.
Guarda l'Offerta: CONTOCONTO.it

FINECO
"La banca n°1 in Italia per servizio e soddisfazione clienti"
1,25% di interessi sul conto, pui effettuare Prelievi Bancomat dove vuoi. La Carta di credito è gratuita per sempreInvestimenti e trading in tutto il mondo. 2.000 sportelli ATM per versamenti di contanti e assegni.
Guarda l'Offerta: FINECO

IWBANK
"Zero spese fisse e tanti servizi gratuiti"
Bancomat e prelievi da qualsiasi sportello.
Carta di credito senza canone di utilizzo.
Bonifici Bancari e ricariche cellulari.
Guarda l'Offerta: IWBANK

WEBANK IT
"Il conto con il 5% di Interesse" Conto @me è una tipologia di conto corrente online che si propone con i servizi bancari di un tradizionale conto corrente. Azzerate le spese inutili, e condizioni molto vantaggiose: Aprire il tuo Conto @me è molto semplice. Bastano 4 passi e la richiesta su internet: non è vincolante.
Guarda l'Offerta: WEBANK

Cos’è il Mutuo? - Il Mutuo Ipotecario e l'IPOTECA

è un contratto mediante il quale il mutuante consegna al mutuatario denaro o beni che quest’ultimo si obbliga a restituire successivamente.



Questa è una definizione di mutuo un po semplificata e sintetizzata da quella che puoi trovare su Wikipedia. Ad ogni modo è abbastanza chiaro a tutti cosa sia un Mutuo. Quando parliamo di mutuo nel 99,99% dei casi parliamo del Mutuo Ipotecario, per intenderci quello che si fa per acquistare casa.

Il Mutuo Ipotecario e l’Ipoteca
Il mutuo ipotecario è un tipo di mutuo a media/lunga durata garantito da ipoteca su immobili. Vale a dire che la Banca (il creditore) può espropriare l’immobile nel caso in cui il mutuatario non mantenga gli impegni del contratto di mutuo.

Il mutuo ipotecario ha questa denominazione non a caso, perché la Banca richiede di ipotecare l’immobile a garanzia del prestito. Ovvero dio non voglia il mutuatario non riesca più a pagare le rate del mutuo, la banca “grazie” all’ipoteca ha il diritto di rivalersi sull’immobile mettendolo all’asta e con il ricavato (in teoria) andare a colmare la parte rimanente del credito residuo.

E’ per questo motivo che nella stragrande maggioranza dei casi, la banca poter erogare un mutuo pretende che sull’immobile non vi siano già ipoteche preesistenti.

Anche se c’è da dire che l’ipoteca è un’ulteriore garanzia sul prestito, infatti la fattibilità per l’erogazione di un mutuo viene basata al 90% sul reddito del mutuatario, e quindi sulla sua reale capacità di poter restituire il debito senza che questo comprometta il suo bilancio economico familiare.

Per citare un esempio di attualità buono come “il cacio sui maccheroni” … la crisi dei mutui americana non è per niente paragonabile a quella italiana, perché nel caso degli usa le banche hanno elargito con molta facilità il credito senza badare piu di tanto a questo aspetto, mentre in Italia è cosa ben differente, infatti qui nessuna Banca ha ancora chiuso i battenti (facendo i dovuti scongiuri :D e che Mario Draghi non se la prenda con me se succede qualcosa! :O)

Dopo 20 anni, l’ipoteca sul mutuo viene automaticamente cancellata, ammenoché il mutuo non sia ancora stato estinto, quindi l’ipoteca viene rinnovata per altri 20 anni. L’ipoteca si estingue automaticamente passati 30 giorni dal pagamento dell’ultima rata. L’ipoteca può essere cancellata prima, nel caso di estinzione anticipata del mutuo.
Grazie alla legge Bersani n. 248 del 4 agosto 2006 l’ipoteca si può cancellare con una semplice comunicazione in conservatoria senza l’obbligo dell’atto notarile, con conseguente risparmio per il mutuatario.

Per quanto riguarda i mutui estinti dopo il 2 giugno 2007 la banca dovrà inviare notifica all’Agenzia del Territorio che dovrà quindi cancellare l’ipoteca senza ulteriore aggravio di costi per il debitore.

Mentre per i mutui estinti prima del 2 giugno 2007, il termine dei 30 decorre dalla data di richiesta di quietanza del debitore che dovrà far pervenire alla Banca tramite raccomandata AR

PS: questo post è un estratto della Guida "Scelta del MUTUO" che puoi scaricare GRATIS qui: http://www.prestitiemutui.biz/guidamutui/guida_mutui.html

martedì, marzo 17, 2009

Mutui inpdap 2009

Finalmente presentata una interrogazione parlamentare del ministro del Pd Gino Bucchino che chiede la revisione del regolamento della Gestione del Credito da parte dell'Inpdap riferito ai tassi agevolati prima casa.
La regolamentazione si riferisce infatti ai tassi di interesse applicati nel 2007, non in linea con le nuove tendenze di ribasso del tasso da applicare ai mutui prima casa.
Per maggiori informazioni: tassi agevoalti mutui inpdap 2009