lunedì, marzo 23, 2009

Cos’è il Mutuo? - Il Mutuo Ipotecario e l'IPOTECA

è un contratto mediante il quale il mutuante consegna al mutuatario denaro o beni che quest’ultimo si obbliga a restituire successivamente.



Questa è una definizione di mutuo un po semplificata e sintetizzata da quella che puoi trovare su Wikipedia. Ad ogni modo è abbastanza chiaro a tutti cosa sia un Mutuo. Quando parliamo di mutuo nel 99,99% dei casi parliamo del Mutuo Ipotecario, per intenderci quello che si fa per acquistare casa.

Il Mutuo Ipotecario e l’Ipoteca
Il mutuo ipotecario è un tipo di mutuo a media/lunga durata garantito da ipoteca su immobili. Vale a dire che la Banca (il creditore) può espropriare l’immobile nel caso in cui il mutuatario non mantenga gli impegni del contratto di mutuo.

Il mutuo ipotecario ha questa denominazione non a caso, perché la Banca richiede di ipotecare l’immobile a garanzia del prestito. Ovvero dio non voglia il mutuatario non riesca più a pagare le rate del mutuo, la banca “grazie” all’ipoteca ha il diritto di rivalersi sull’immobile mettendolo all’asta e con il ricavato (in teoria) andare a colmare la parte rimanente del credito residuo.

E’ per questo motivo che nella stragrande maggioranza dei casi, la banca poter erogare un mutuo pretende che sull’immobile non vi siano già ipoteche preesistenti.

Anche se c’è da dire che l’ipoteca è un’ulteriore garanzia sul prestito, infatti la fattibilità per l’erogazione di un mutuo viene basata al 90% sul reddito del mutuatario, e quindi sulla sua reale capacità di poter restituire il debito senza che questo comprometta il suo bilancio economico familiare.

Per citare un esempio di attualità buono come “il cacio sui maccheroni” … la crisi dei mutui americana non è per niente paragonabile a quella italiana, perché nel caso degli usa le banche hanno elargito con molta facilità il credito senza badare piu di tanto a questo aspetto, mentre in Italia è cosa ben differente, infatti qui nessuna Banca ha ancora chiuso i battenti (facendo i dovuti scongiuri :D e che Mario Draghi non se la prenda con me se succede qualcosa! :O)

Dopo 20 anni, l’ipoteca sul mutuo viene automaticamente cancellata, ammenoché il mutuo non sia ancora stato estinto, quindi l’ipoteca viene rinnovata per altri 20 anni. L’ipoteca si estingue automaticamente passati 30 giorni dal pagamento dell’ultima rata. L’ipoteca può essere cancellata prima, nel caso di estinzione anticipata del mutuo.
Grazie alla legge Bersani n. 248 del 4 agosto 2006 l’ipoteca si può cancellare con una semplice comunicazione in conservatoria senza l’obbligo dell’atto notarile, con conseguente risparmio per il mutuatario.

Per quanto riguarda i mutui estinti dopo il 2 giugno 2007 la banca dovrà inviare notifica all’Agenzia del Territorio che dovrà quindi cancellare l’ipoteca senza ulteriore aggravio di costi per il debitore.

Mentre per i mutui estinti prima del 2 giugno 2007, il termine dei 30 decorre dalla data di richiesta di quietanza del debitore che dovrà far pervenire alla Banca tramite raccomandata AR

PS: questo post è un estratto della Guida "Scelta del MUTUO" che puoi scaricare GRATIS qui: http://www.prestitiemutui.biz/guidamutui/guida_mutui.html

Nessun commento: