sabato, giugno 10, 2006

Cosa devi sapere per Chiedere un Prestito

CAPISCI LE CONDIZIONI
Quando devi valutare più offerte di finanziamento è bene che tu consideri l’onerosità complessiva di ciascuna operazione, senza limitarti alla valutazione della sola rata mensile.Valutare attentamente il costo reale di un prestito non è tuttavia un’operazione semplice, in quanto le voci di spesa di un finanziamento sono numerose (capitale erogato, interessi, oneri accessori, spese iniziali, spese assicurative) e non sono facilmente integrabili in una misura di costo unica.In generale, gli elementi che è opportuno esaminare prima di sottoscrivere un contratto di credito sono:
TAN (tasso annuo nominale)Il TAN rappresenta il tasso di interesse, espresso in percentuale e su base annua, applicato dalle banche o finanziarie all’importo lordo del finanziamento.Viene utilizzato per calcolare, a partire dall’ammontare finanziato e dalla durata del prestito, la quota interesse che il debitore dovrà corrispondere al finanziatore e che, sommata alla quota capitale, andrà a determinare la rata di rimborso.Il TAN è uno degli elementi che contribuiscono a definire una misura di costo complessiva dell'operazione di credito. Altri elementi da considerare sono le spese di istruttoria e le eventuali spese assicurative.
Spese di istruttoriaLe spese di istruttoria sono una voce di costo che l’ente finanziatore pone a carico del richiedente per la copertura delle spese di valutazione e di gestione della domanda di finanziamento. In genere sono corrisposte in un’unica soluzione, al momento dell’erogazione del finanziamento.
Eventuali spese assicurativePossono essere previste coperture assicurative, facoltative o obbligatorie, per la copertura del rischio di insolvenza.
TAEG (tasso annuo effettivo globale)Una misura del costo totale del finanziamento, utile nel confronto di più offerte di credito, è rappresentata dal TAEG.Il TAEG è il tasso annuo effettivo globale ed è una misura, espressa in termini percentuali, con due cifre decimali e su base annua, del costo complessivo del finanziamento.Diversamente dal TAN, il TAEG è comprensivo di oneri accessori quali spese di istruttoria, spese di apertura pratica, spese di incasso delle rate, spese assicurative, che il debitore deve pagare oltre agli interessi sul finanziamento.Tuttavia la normativa italiana consente, sotto alcune condizioni, una certa discrezionalità, escludendo od includendo nel calcolo alcune voci di costo: le spese assicurative, se facoltative, possono essere escluse dal calcolo del TAEG, il che conduce molte finanziarie a proporre assicurazioni facoltative ed esporre un TAEG inferiore.Fai quindi attenzione e considera attentamente la tua spesa complessiva, analizzando di volta in volta le singole voci dell’offerta di finanziamento che ti viene proposta (Esercitati con il calcolatore Qual è il tasso effettivo?).

Fonte: http://prestiti.economia.alice.it/

Nessun commento: