giovedì, luglio 31, 2008

Rinegoziare il mutuo

L’intervento della nuova finanziaria 2008 ha ben contribuito a risollevare il disastroso assetto economico del Paese ancora scosso dalle precedenti inflazioni e crisi di settore. L’opportuna manovra contrattuale ha consentito una più flessibile gestione della rinegoziazione dei mutui, ora scevri dalle spese notarili e svincolati dai costi di perizia tecnica.
La recente collaborazione instauratasi tra l’attuale governo e il consorzio ABI ha diretto una nuova modifica degli istituti contrattuali, definendo un rapido passaggio da un regime a tasso variabile verso un più equo tasso fisso, secondo i medi importi scaturiti dalla precedente tipologia mutuale, antecedente al 1° gennaio 2007.
Il ministro Tremonti ha giustificato una tale manovra affidandola alla cerchia di mutuatari atti a gestire l’acquisto della prima casa, per poi proseguire in rapporto a chi difficilmente rispetta il termine mensile di pagamento e a cui è stata destinata una cospicua somma a riempimento di tali buchi, paragonabile a circa sei rate per contratto, per un totale di 20 milioni di euro gestibili. Le società bancarie attualmente impegnate con il progetto risultano essere 9, e potrete ottenere informazioni dettagliate e la possibilità di richiedere un preventivo gratuito dal valido portale di informazione mutui2008.it nella sezione rinegoziare il mutuo, che tra l’altro spiega i vari metodi di surrogazione del mutuo nel caso la banca d’origine non preveda la rinegoziazione dello stesso.

martedì, luglio 29, 2008

Informazioni su cosa è l’euribor ed il suo utilizzo nei mutui

Con questo articolo si cerca di fornire una spiegazione ed una definizione tasso euribor, il nome per esteso è Euro Interbank offered rate ed è un indice di mercato espresso in forma percentuale, che rappresenta una variabile con cui le banche fanno riferimento per le contrattazioni finanziarie in area euro. La sua rilevazione avviene quotidianamente tanto che il valore euribor rimane costantemente aggiornato. In materia di mutui, le banche utilizzano il tasso euribor per proporre i mutui a tasso variabile.

I tassi euribor sono di vario tipo, suddivisi per periodi di tempo, possiamo trovare quello ad una settimana, un mese, 2 mesi, 3 mesi fino ad arrivare a 12 mesi, e tutti sono catalogati in base al divisore, 360 e 365. Il tasso euribor varia in base ai remor di mercato, generalmente quando si hanno previsioni al rialzo: si ha una variazione dell'andamento tasso euribor, ad esempio nel caso in cui il tasso con scadenza di durata superiore subisce un rialzo maggiore rispetto a quello con scadenza minore, e nel caso di previsioni euribor al ribasso, quando la situazione di mercato è contraria.

Questo è solo un esempio, ma generalmente è difficile prevedere in forte anticipo le previsioni andamento euribor, dato proprio dalla natura volatile questo indice, legato a fattori non propriamente quantificabili e controllabili.

La rilevazione del tasso euribor può avvenire sui vari portali dedicati alla materia economica ed anche sui vari principali quotidiani economici, tra cui il sole 24 ore dove vengono pubblicati tutti le rilevazioni di tutti i tipi di euribor esistenti. Inoltre da queste fonti è possibile prendere visione del grafico euribor, circa l'andamento STORICO euribor.

I' indice euribor varia in base alle fluttuazioni del costo del denaro, le peculiarità sta nel fatto che sistematicamente il suo valore muta anche settimane prima che la BCE comunichi ufficialmente un modifica del costo del denaro. Sono diversi i motivi per cui il tasso euribor possa cambiare, uno tra tanti può essere la tendenza nel dare impulso all’economia attraverso investimenti, questa tipo di politica può portare ad una diminuzione del valore dell’euribor. Tornando ai mutui casa, lo scenario economico e politico che stiamo attraversando, ha fatto impennare il valore dell’euribor; questo rialzo è dovuto anche al fatto che la gente, preoccupata dalla corsa dei prezzi e dal conseguente rialzo del costo del denaro oramai predilige comunque il tasso fisso e questo costa di più. Inoltre si scopre che la composizione della domanda di mutui è cambiata molto in poco tempo. In Italia l’incidenza sul totale dei nuovi mutui a tasso variabile è passata dal 80% del 2003 al 30% nei primi mesi del 2008, mentre è aumentata la quota dei nuovi finanziamenti a tasso fisso.

Visto il suo utilizzo per ricavare i mutui a tasso variabile, il suo aggiornamento porta ad una variazione o al ribasso o al rialzo dell’importo della rata, che si adeguerà in base al tipo di euribor scelto in fase d stipula del contratto. Il valore della rata del mutuo rimarrà invariato finché non vi sarà un nuova quotazione euribor. Va ricordato che la variazione dell’euribor andrà ad influenzare il tasso di interesse dell’importo residuo del mutuo.
Come già accennato, il valore di questo tasso cambia quotidianamente entro le ore 11 tranne il sabato e la domenica, così da avere sempre un euribor aggiornato, dopodichè viene pubblicato dopo l’incontro di un comitato formato dalle più grandi ed importanti banche Europee, tra quelle italiane troviamo la Banca Nazionale del Lavoro, Capitalia, Monte dei Paschi di Siena, Sanpaolo IMI, UniCredit Banca.

A cura di Zani Cotesta, per maggiori info sulla quotazione euribor, visita prestito-personale.net

venerdì, luglio 25, 2008

Consolidamento debiti

Da oggi c'è un nuovo servizio disponibile per tutti coloro che hanno bisogno urgente di denaro contante e trovano difficoltà nell'accesso al credito: si chiama Prestiti Protestati Online ed è raggiungibile all'indirizzo www.prestitiprotestationline.com: è il nuovo sito dove tutti gli impiegati, i lavoratori autonomi o atipici, ed i pensionati, possono richiedere prestiti da 1.000 a 60.ooo€ ed ottenerli mediante accredito sul conto corrente entro poche ore dalla richiesta, anche se protestati! Uno staff di specialisti del settore creditizio vaglia le richieste prestiti in poco tempo e, dopo i necessari controlli, eroga la cifra richiesta senza ulteriori richieste: prestiti veloci per tutti, anche se siete stati segnalati come cattivi pagatori.

Un utilissimo servizio è inoltre disponibile sul sito prestitiprotestationline.com ed è il consolidamento debiti: grazie a quest'innovativa forma di credito, è possibile riunire eventuali mutui e prestiti finora tenuti accesi dal creditore, sotto una rata unica, in modo da poter risparmiare sia sui tassi di interesse, che sommandosi tra loro aumentano vertiginosamente i costi, che sul tempo ed il costo dei bollettini, perché la rata da pagare ogni mese sarà unica. Il consolidamento debiti, come la cessione del quinto e gli altri servizi offerti da Prestitiprotestationline.com, è disponibile per tutti i dipendenti, anche se hanno ricevuto protesti.

venerdì, luglio 18, 2008

Cenni sulla normativa della trasparenza bancaria ed il prospetto Esis

Con questo articolo cercheremo di analizzare la materia inerente la trasparenza bancaria ed il codice di condotta relative alle proposte di mutuo. In tale ambito nel 1997 la commissione Europea emanava un codice di condotta europeo, al quale molte banche europee e la totalità delle banche italiane aderirono e tuttoggi questo codice è ancora in vigore. Tale codice di condotta conosciuto come prospetto informativo Esis è costituito da 15 punti salienti, in cui il cliente può preventivare il mutuo in tutti i suoi aspetti, permettendo di raffrontare tutte le offerte di mutuo. Nel prospetto informativo Esis vengono illustrate per prima cosa la banca mutuante, la tipologia del prestito, il tasso di interesse applicato alla proposta di mutuo, taeg,importo della somma erogabile, il periodo di ammortamento con relativo importo delle rate e frequenza di pagamento, inoltre vi sono riportati tutti i costi concernenti le spese di istruttoria ed accessorie, le regole per l’estinzione ed gli indirizzi delle autorità preposte per la raccolta delle domande di eventuali reclami.

Ricordiamo inoltre che le banche a seguito di una raccolta di domanda di mutuo, hanno l’obbligo di presentare un foglio informativo banca, nel quale a differenza dell’esis, vengono specificate quelle voci riguardo i dati identificati della banca mutuante, tutti i rischi collegati all’operazione di erogazione del credito, i costi massimi legati al finanziamento ed una legenda dei termini più tecnici utilizzati nel foglio informativo. Anche Ufficio cambi italiano ha introdotto tre anni fa una normativa sulla trasparenza a riguardo l’attività dei mediatori creditizi. Con questa normativa, si è cercato di tutelare gli interessi del cliente, obbligando i mediatori nel svolgere la loro attività in maniera più altamente professionale e trasparente. Ricordiamo ad esempio che tale normativa trasparenza mediatori prevede che tali soggetti debbano consegnare sempre copia del contratto di mutuo al cliente, obbligatoriamente se operanti fuori sede ed in sede solo a richiesta , tuttavia tale normative e codice deve essere ben visibile all’interno degli Uffici. Inoltre sulla normativa di trasparenza di mutuo, deve essere riportato chiaramente l’importo dovuto a seguito dell’attività di mediazione, e tutte quelle voci di spese a carico del cliente.

Approfittiamo con questo articolo di ricordare sempre che è buona usanza, prima di procedere ad una stipula di contratto di mutuo, di leggere attentamente i vari prospetti e fogli informativi in particolare nei capitoli di spesa e costi, per paragonarli con altre proposte di diversi istituti bancari, questo per orientarsi al meglio per una scelta più consona e matura.

A cura di Cotesta Zani, ulteriori informazioni sulla normativa trasparenza bancaria

giovedì, luglio 03, 2008

Calcola prestiti cattivi pagatori

Come molti sapranno, a chi ha ricevuto un protesto per il mancato pagamento di rate per la restituzione di mutui, prestiti e finanziamenti, viene negato l'accesso al credito, per via dell'iscrizione del suo nome al CRIF, la banca dati Centrale Rischi: salvo cancellazione del protesto, tutte queste persone non potranno più richiedere prestiti e finanziamenti presso banche ed agenzie di intermediazione creditizia; per fortuna in loro aiuto arriva Prestitiprotestationline.com il sito grazie al quale è possibile richiedere prestiti anche se protestati.

L'esclusivo servizio offerto da Mutui2008 si rivolge proprio a coloro che sono stati contrassegnati come cattivi pagatori, e vedono rifiutarsi prestiti dalle altre agenzie; richiedere un prestito è facilissimo, e si può fare comodamente seduti da casa propria: basta andare sul sito , calcola prestiti cattivi pagatori scegliere la tipologia di prestito che si vuole richiedere, indicare la somma, che può variare da un massimo di 60000e ed un minimo di 1000€, le generalità di chi ne fa richiesta; un team di esperti vaglia le proposte in 24 ore, ed in pochissimo tempo la somma richiesta sarà disponibile presso il proprio conto bancario.

Tra gli altri servizi disponibili su Mutui2008.it ricordiamo la cessione del quinto, prestiti a dipendenti, pensionati e lavoratori atipici, consolidamento debiti, utile forma di finanziamento che permette di riunire tutti i prestiti accumulati sotto un'unica rata mensile.


Richiedi il tuo prestito, anche sei sei protestato, su http://www.mutui2008.it/crif/calcola-prestiti.php

mercoledì, luglio 02, 2008

Prestiti a protestati e segnalati in crif

Se il vostro nome risulta iscritto al CRIF (banca dati centrale rischi), perché segnalati come cattivi pagatori, difficilmente potrete ottenere un prestito, rivolgendovi alle agenzie di intermediazione creditizia o alle banche; questo è un grande problema, perché spesso si può ricevere un protesto anche per delle piccolezze, come il pagamento ritardato di una rata di un mutuo o del finanziamento per l'acquisto di una macchina, etc.

Da oggi, per venire incontro alle esigenze di chi è catalogato come cattivo pagatore, è disponibile un nuovo sito internet, raggiungibile all'indirizzo www.prestitiprotestationline.com attraverso il quale è possibile richiedere prestiti ai protestati senza bisogno di specificare la motivazione della richiesta di prestito: possono accedere alle forme di finanziamento sia i dipendenti delle pubbliche amministrazioni che i dipendenti di aziende private, i pensionati, i lavoratori autonomi che abbiano un minimo di reddito, riscontrabile attraverso il modello 730, ed i lavoratori atipici; navigando sul portale sarà possibile scegliere la forma più adatta di finanziamento, calcolando l'importo delle rate sulla base della durata della restituzione e della cifra richiesta, che può variare da 1000€ a 60000€.

Se hai ricevuto un protesto ed hai necessità di richiedere un prestito, non perdere tempo in lunghe pratiche burocratiche per la cancellazione dal CRIF, rivolgiti a www.prestitiprotestationline.com lo specialista del prestiti ai protestati.