lunedì, settembre 13, 2010

Prestiti personali e consolidamento debiti

Non necessariamente una volta ottenuto un prestito personale grazie alla cessione del quinto dello stipendio si è vincolati a saldare il proprio debito attraverso il piano di rate fissato alla stipula del contratto.

Qualora il beneficiario decidesse di ottemperare all’impegno preso in un unico pagamento questo è possibile, ma prima di far ciò è necessario richiedere ed ottenere il conteggio estintivo del proprio finanziamento.

Il conteggio estintivo di un prestito non è altro che un documento che riporta il numero di rate ancora da pagare scontate degli interessi non ancora maturati.
Semplifichiamo le cose: in questo documento il richiedente troverà riportata la cifra che rimane da versare meno gli interessi che si sarebbero dovuti pagare se si avesse seguito il piano delle rate per tutta la durata del prestito.

Alla voce TAN, riportata nel conteggio estintivo, corrisponde il tasso di interessi applicato. Ovviamente maggiore è il suo valore più grande è la cifra che verrà scontata dal saldo residuo.

Attenzione però, se nel contratto era presente una clausola relativa ad una penale prevista in caso di rimborso anticipato verrà applicata all’ammontare del denaro da restituire, maggiorandolo. Solitamente il valore di tale penale non supera mai l’1% quindi, nell’ipotesi che al richiedente rimanga un saldo di 10.000,00 € tale penale ammonterà a 100,00 €.

Oltre alla clausola di rimborso anticipato è possibile che, sul contratto, in merito all’eventuale restituzione anticipata del prestito vengano fissate ulteriori piccole spese come, ad esempio, la postille relativa agli interessi giornalieri sul capitale. Sulla base di un rapporto di trasparenza tra consulente finanziario e beneficiario, tutti questi piccoli costi possono essere rilevati analizzando la copia del contratto di prestito tramite cessione del quinto.

Inoltre, leggendo il proprio conteggio estintivo, sarà possibile informarsi sulla data ultima entro la quale è possibile estinguere la propria cessione del quinto e ottenere tutte le indicazioni riguardo le modalità di pagamento.

Nel momento in cui l’ente erogante entrerà in possesso del saldo contante verrà inviata al datore di lavoro del beneficiario una liberatoria che attesta l’effettiva estinzione del debito. In tal modo l’interessato tornerà a percepire il proprio stipendio completo, libero da trattenute per cessione del quinto.

Per avere il calcolo grauito del tuo conteggio estintivo puoi rivolgerti a Prestitoastatali.it