venerdì, dicembre 28, 2007

Confronta mutui a tasso variabile di tutte le banche

Confronta mutui. Una guida unica per scegliere il mutuo a tasso variabile di tutte le banche d'Italia in totale libertà, senza per ricercare il mutuo più adatto alle vostre esigenze.Un vademecum che nasce per soddisfare il bisogno di trasparenza nella scelta del mutuo. Sempre più famiglie in Italia sono alla ricerca del mutuo con tassi migliori anche in virtù della legge Bersani che prevede la possibilità di cambiare il mutuo e trasferirlo in un'altra banca con tassi migliori senza alcuna spesa. La cosiddetta rinegoziazione del mutuo. Grazie alla rinegoziazione del mutuo non sarà più necessario chiudere l’ipoteca con la vecchia banca e aprire una nuova ipoteca con la nuova banca, con un dispendio di tempo e di costi.Per confrontare il mutuo sono state selezionate un campione di banche che offrono mutui a tassi agevolati per acquisto prima casa, acquisto seconda casa, mutui per ristrutturazione casa e mutui per costruzione casa.Divisi per numero anni di richiesta mutui, la guida consente di confrontare agevolmente tutte le offerte mutui dei principali istituti di credito italiani.Divisa in mutui a tasso agevolato per 10 anni, mutui per periodi di 15 anni, mutui per periodo di 20 anni e i mutui classici di durata di 30 anni.Un punto di riferimento importante per giudicare la convenienza di un mutuo a tasso variabile rispetto le altre banche.Scorrendo le tabelle è possibile capire il mutuo migliore in base alla categoria di lavoro che può essere dipendente, lavoratore autonomo o lavoratore con contratto determinato o lavoratore atipico.Una volta individuato il tipo di mutuo migliore è possibile contattare la banca grazie al sito internet di riferimento e alla presenza di numeri telefonici delle banche.Nella prima linea è presente il nome del prodotto del mutuo per agevolarvi nella facile consultazione.

Maggiori informazioni: mutui a confronto

giovedì, dicembre 27, 2007

Mutui agevolati Banca Intesa san Paolo

A partire dal 1 gennaio 2008 la Banca Intesa San Paolo ha previsto una agevolazione per tutti coloro che hanno stipulato un mutuo e che si trovano in difficoltà di pagare la rata.

Con questa nuova iniziativa, tutti coloro che avranno stipulato un mutuo con intesa san paolo potranno o posticipare il pagamento della rata oppure allungare la durata del contratto di mutuo per ulteriori 10 anni.
Hanno gia usufruito di questa agevolazione mutuo 11.000 clienti della banca intesa san paolo.
Inoltre Banca Intesa San Paolo ha previsto a partire dal 18 febbraio 2008 la portabilità del mutuo gratis, la prima banca in Italia che ha reso effettiva la disposizione prevista nella legge Bersani e nella finanziaria 2008.

mercoledì, dicembre 19, 2007

Guida pratica ai finanziamenti

È da poco online la piccola guida ai finanziamenti, un utile strumento che ci può servire a conoscere meglio i finanziamenti, i prestiti e i mutui.

Qui possiamo trovare i vari tipi di finanziamento, con spiegazioni e approfondimenti su alcuni termini che spesso ci troviamo di fronte ma non ne conosciamo esattamente il significato. troviamo tre sezioni distinte, quella finanziamenti, dove sono elencate le varie tipologie per esempio finanziamenti agevolati, finanziamenti europei, finanziamenti fondo perduto, poi la sezione mutui dove troviamo Mutui tasso fisso, mutuo ipotecario, mutuo casa, infine la sezione prestiti dove si spiegano i vari tipi di prestito che è possibile trovare sul mercato come prestiti personali, prestiti inpdap, prestiti ai protestati e cosi via.

La guida è realizzata al solo scopo di fornire una panoramica su questi prodotti finanziari e per fare un po' di chiarezza su questo mondo fatto di numeri e a volte poco comprensibile.

Garanzie per pagamento prestiti ai lavoratori atipici

Dopo il Comune di Milano anche la Regione Toscana prevede un fondo a garanzia per mutui a lavoratori atipici e lavoratori precari.
In data 21 novembre 2007 la regione Toscana ha fatto conoscere l’accordo firmato tra 11 banche presenti nel territorio toscano che prevede la garanzia della copertura del pagamento del prestito per i periodi di difficoltà.
I prestiti quindi per i lavoratori atipici risulteranno di più facile accesso oltre che con tassi di interesse più vantaggiosi.
Questo fondo di accesso al credito garantisce prestiti fino a € 15.000 ed è rivolto a lavoratori a progetto, lavoratori con contratti atipici, i collaboratori con contratto di collaborazione coordinata e continuativa oltre che a disoccupati con contratti atipici scaduti da meno di 6 mesi.
Il fondo complessivo è di 3 milioni di euro da dividere in tre anni dal 2007 al 2009.
Tutto questo è stato creato per andare incontro a delle esigenze di mercato che vede i lavoratori atipici una delle figure più utilizzate nel panorama del lavoro italiano.

L’importo massimo per accedere al fondo di garanzia è di € 15.000 rimborsabile in rate dai 18 ai 60 mesi.
Lo spread, da sommare al tasso fisso, oscillerà tra il 2 ed il 3,5 per cento. Quindi questa categoria di lavoratori potranno ottenere prestiti con tassi di interesse che oscilleranno tra il 6,6 e l’8,10 per cento, comprese le spese di istruttoria, senza altre garanzie richieste dalle banche.

martedì, dicembre 18, 2007

Prestiti 2.0

Nasce l'era dei Prestiti 2.0, un nuovo modo per offrire e richiedere prestiti on line tramite una comunità internet senza l'ausilio degli intermediari.

Il sole 24 ore oggi ha inserito un articolo che parla dell’era dei Prestiti 2.0, una cosa veramente originale nel panorama italiano che vede la presenza di richieste e di offerte di prestiti tra privati direttamente on line, senza l'ausilio di intermediari.

Il prestito 2.0 prevede la presenza di persone che richiedono il prestito decidendo l'importo, il tasso di interesse e la durata del prestito. Una volta stabilite queste tre variabili la richiesta viene pubblicata on line e viene presa in visione da possibili finanziatori. Qualora la considerano interessante, prendono contatti con il richiedente del prestito.

Le richieste di prestito previste sono quelle comuni:
prestiti a protestati, prestiti a dipendenti privati oltre che prestiti di varia natura e di vari importi.

Fonte: Sole 24 ore